21 ottobre 2011

edilizia asociale

appartamento di edilizia sociale - Hiphouse Zwolle - Olanda
Ormai si da per scontato che chi non ha grandi disponibilità economiche (vuoi per la precarietà del lavoro, vuoi per un mercato immobiliare dai prezzi altissimi) debba vivere in appartamenti piccoli, angusti, bui, mal costruiti e brutti. Il più delle volte ci si indebita per anni e anni per abitare edifici dove l'architettura, intesa come arte del costruire, non esiste. La casa è diventata principalmente un argomento popolato da bancari, costruttori ammanigliati, speculatori di vario genere. La cultura architettonica è finita ai margini, quasi nessuno si preoccupa di come deve essere una casa per non abbrutire le persone che la abitano. E non è possibile ottenere miracoli nè con le finiture di lusso nè con i mobili di Ikea.

2 commenti:

blog network