12 maggio 2018

Open! gli architetti aprono i loro studi - proiezione documentario

Il 18 e 19 maggio 2018, STUDI APERTI IN TUTTA ITALIA.
La manifestazione accomunerà idealmente tutti gli studi italiani in un unico grande evento diffuso su tutto il territorio nazionale nell’ambito del quale gli studi di architettura apriranno contemporaneamente le loro porte al pubblico

È un’occasione per far conoscere il mondo dell’architettura al grande pubblico e ai non addetti ai lavori. Lo scopo principale è quello di far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi e di stimolare gli stessi architetti a promuovere il proprio lavoro e la propria attività. Questa manifestazione nasce comunque con l'idea di rappresentare nel senso più ampio l’intera categoria e non solo la singola attività professionale.


[archiattack] aderisce con molto piacere all'iniziativa con un evento speciale, la visione del documentario "Magari le cose cambiano" presso il proprio studio il giorno venerdì, 18 maggio 2018, ore 18.00 presso il proprio studio in via Francesco Paga, 77 - Benevento

"Magari le cose cambiano" è un documentario di Andrea Segre che affronta un tema spinoso che ha caratterizzato lo sviluppo delle nostre città: la pianificazione urbanistica che ha creato periferie monstre

con la fotografia di Luca Bigazzi
vincitore al 27° TorinoFilmFestival dei premi:
Premio UCCA - 20Città e Premio Avanti!
Primo premio al concorso Docucity



1 settembre 2017

La casa errante. Installazione per S(t)uoni 2017


I luoghi, diversamente dalle persone, restano sempre dove sono. Possono nascere, crescere, morire come le persone, ma non possono andarsene.
Sono destinati a restare dove sono.
La casa errante è immaginare che anche i luoghi possano spostarsi, è riflettere sul perché nasce l'esigenza di muoversi: per partire? per tornare? per scegliere di restare?
Dal momento in cui una casa può alzarsi in piedi sulle prorie radici niente la può fermare.
Il Comune di Castelpoto (BN) nell'ambito della manifestazione S(t)uoni che si è tenuta il 19 e 20 agosto 2017, ci ha invitati a realizzare una piccola installazione nel borgo medievale del paese che è in parte abbandonato a seguito di eventi sismici e demografici che si sono verificati nel corso degli ultimi decenni.
I luoghi abbandonati hanno sempre un fascino particolare, potente, e la nostra piccola casa errante ha cercato di aggiungere un po' di poesia ad un contesto spettrale.
Sul destino di certi luoghi il tempo e l'abbandono sembrano avere inesorabilmente in pugno la situazione, e forse l'unico modo per prendere nuovamente possesso anche momentaneamente di questo destino è l'arte.


la casa errante, 2017

la casa errante, 2017

la casa errante, 2017

21 maggio 2017

Open! – Gli Architetti aprono i loro Studi al Pubblico


Il 26 e 27 maggio 2017, STUDI APERTI IN TUTTA ITALIA.
La manifestazione accomunerà idealmente tutti gli studi italiani in un unico grande evento diffuso su tutto il territorio nazionale nell’ambito del quale gli studi di architettura apriranno contemporaneamente le loro porte al pubblico

È un’occasione per far conoscere il mondo dell’architettura al grande pubblico e ai non addetti ai lavori. Lo scopo principale è quello di far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi e di stimolare gli stessi architetti a promuovere il proprio lavoro e la propria attività. Questa manifestazione nasce comunque con l'idea di rappresentare nel senso più ampio l’intera categoria e non solo la singola attività professionale.

Per la prima volta viene proposta a livello nazionale per avvicinare l’architetto al cittadino e far comprendere l’importanza dell’architettura e della figura dell’architetto, rappresentato come  colui che interviene sullo spazio di vita dell’uomo sia privato che pubblico.

[archiattack] aderisce con molto piacere all'iniziativa con un evento speciale presso il proprio studio il giorno venerdì, 26 maggio 2017, ore 18.00 presso il proprio studio in via Francesco Paga, 77 - Benevento

Partendo dal racconto realistico di un periferia italiana e dei suoi surreali abitanti affronteremo il tema della necessità e del valore della qualità del progetto architettonico. Il docu-film "Ritratti abusivi" di Romano Montesarchio descrive la vita dela comunità abusiva del Parco Saraceno rinchiusa in un luogo infinitamente degradato e senza tempo, da almeno dieci anni, tra miserie e illegalità, sospesa tra violenze quotidiane e il sogno di una vita normale. Come un ritratto corale e grottesco composto dai volti e dalle parole degli abitanti, il film segue le vicende e l'umanità di questa comunità estrema e dimenticata che non ha altro posto dove vivere se non questo piccolo luogo abusivo del sud Italia.
Il docu-film nasce a seguito della difficoltà del regista di raccontare il luogo attraverso la fotografia ed è stato presentato all'ottavo Festival internazionale del film di Roma nel 2013.

blog network